Henry Miller – Tropico del Cancro

Link Mega

Link Archive

Apparso nel 1934 a Parigi, pubblicato da una piccola casa editrice, Tropico del Cancro conquistò subito notorietà più per i suoi presunti contenuti pornografici che per il suo straordinario e innovativo valore letterario. Proibito per oscenità in tutti i paesi anglosassoni, il libro divenne ben presto uno dei più ambiti souvenir di viaggio dei turisti inglesi e americani, che lo importavano di contrabbando. Questa fama scabrosa non impedì però ai suoi lettori – tra gli altri T.S. Eliot, Aldous Huxley, John Dos Passos ed Ezra Pound – di lodarlo e di avvertirne la sconcertante modernità. Romanzo in prima persona, o meglio vera e propria autobiografia con il ritmo narrativo di un romanzo, Tropico del Cancro racconta, con linguaggio fluidamente realistico, la vita e le imprese di Henry Miller e dei suoi amici, aspiranti artisti, nei quartieri poveri della Parigi degli anni Trenta. Una storia piena di alberghi modesti, di stanze infestate dalle cimici, di risse e di sbornie ricorrenti, di emigrati, di truffe e di postriboli, ma soprattutto un’avventura umana di straordinario spessore, un simbolico viaggio lontano da tutte le convenzioni, alla scoperta della propria identità.

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.