Henry Miller – Tropico del Cancro

Link Mega

Link Archive

Apparso nel 1934 a Parigi, pubblicato da una piccola casa editrice, Tropico del Cancro conquistò subito notorietà più per i suoi presunti contenuti pornografici che per il suo straordinario e innovativo valore letterario. Proibito per oscenità in tutti i paesi anglosassoni, il libro divenne ben presto uno dei più ambiti souvenir di viaggio dei turisti inglesi e americani, che lo importavano di contrabbando. Questa fama scabrosa non impedì però ai suoi lettori – tra gli altri T.S. Eliot, Aldous Huxley, John Dos Passos ed Ezra Pound – di lodarlo e di avvertirne la sconcertante modernità. Romanzo in prima persona, o meglio vera e propria autobiografia con il ritmo narrativo di un romanzo, Tropico del Cancro racconta, con linguaggio fluidamente realistico, la vita e le imprese di Henry Miller e dei suoi amici, aspiranti artisti, nei quartieri poveri della Parigi degli anni Trenta. Una storia piena di alberghi modesti, di stanze infestate dalle cimici, di risse e di sbornie ricorrenti, di emigrati, di truffe e di postriboli, ma soprattutto un’avventura umana di straordinario spessore, un simbolico viaggio lontano da tutte le convenzioni, alla scoperta della propria identità.

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *